CONVIVIALI 2014
TORNA INDIETRO

C O N V I V I A L I    2 0 1 4




Martedì 9 dicembre 2014 - Hotel GREIF MARIA THERESIA - conviviale n° 638

La serata degli auguri
e dei Premi Panathlon

Le foto  della serata


La Conviviale di dicembre, a chiusura dall’anno sociale 2014, è stata particolarmente interessante e vivace.
Punto focale, la consegna dei Premi Panathlon 2014, ma la presentazione da parte del fotografo Marino Sterle del suo Calendario è stata una bellissima sorpresa per tutti i presenti.
Come di consueto, è stata una conviviale particolarmente affollata, che ha visto la presenza di ben 20 ospiti, tra premiati e invitati dei soci.
Ecco l’elenco dei premi assegnati:
Sport e Studio: Carlotta Omari - Francesca Russo Cirillo (Vela) - Sport e Lavoro: Alice Policastro (Basket) - Giudice e Arbitro: Claudio Valentini (Karate) - Allenatore: Nevio Giuliani (Basket) - Dirigente: Luigi Popovic (Sci) - Decano dello Sport: Giorgio Kufersin (Associazionismo Sportivo)
Si tratta di sportivi noti non solo a Trieste, che hanno dato molto alle relative discipline sia in termini di risultati sportivi che di tempo. I curricola dei premiati, letti dai soci che ne hanno presentato la candidatura, hanno dato il giusto risalto all’impegno profuso nello sport. Da segnalare in particolare l’assegnazione del premio Sport e Sudio a un giovane equipaggio che nella Vela femminile può già vantare un palmares ricco di titoli nazionali e europei.
Al termine dei festeggiamenti, Marino Sterle, ex giocatore di basket nei campionati nazionali e ora fotografo di vaglia, con alle spalle una lunga collaborazione con quotidiani nazionali, ha presentato il suo Calendario 2015, dedicato a Trieste, con scorci particolari, riprese aeree e momenti degli eventi sportivi più significativi del 2014.
Al momento del congedo, il brindisi, gli auguri di fine anno e la consegna ai soci del Calendario 2015 e di un omaggio floreale alle signore presenti.

Martedì 11 novembre 2014 - Hotel GREIF MARIA THERESIA - conviviale n° 637

Il punto sul basket femminile:
una panoramica sul movimento in città e in provincia.

Le foto  della serata


La Conviviale di novembre del Panathlon Club Trieste è stata dedicata ad un tema particolarmente caro a tutto il movimento sportivo cittadino, che da quasi ottant’anni tiene banco sui media: Il basket femminile.
Dopo una breve introduzione, in cui il Presidente Bacherotti ha ricordato i nomi di tutti coloro che hanno dato un fattivo contributo alle celebrazioni del Centenario della nascita di Agostino Straulino - in tutto oltre trenta tra istituzioni, enti, società sportive e commerciali, privati, stampa, emittenti radiofoniche e televisive-, si è entrati nella parte viva della serata.
Il consocio Andrea Ceccotti, cestista di buona levatura e dirigente di provata esperienza e valore, ha tenuto una relazione sul tema “Il punto sul basket femminile: una panoramica sul movimento in città e in provincia” ricca di spunti fra storia e cronaca, completata da interventi dei molti protagonisti presenti all’Hotel Greif.
Riuscire a coprire quasi ottant’anni di storia sportiva mantenendo viva l’attenzione dell’audience con humor e senza cadere nella didascalia è stato un esercizio godibilissimo, aiutato dal lavoro di ricerca e montaggio di foto, libri e filmati che hanno reso più serrato il filo della narrazione.
Una nicchia è stata riservata all’intervento di Silvio Maranzana, giornalista di lungo corso, che ha anche lui dedicato al basket femminile una pubblicazione ormai introvabile.
Il Presidente della Società Ginnastica Triestina Federico Pastor e il General Manager dell’Interclub Muggia Fabio Vallon, hanno riassunto brevemente l’attuale stato, gli impegni e le speranze dei loro sodalizi. I due allenatori, Nevio Giuliani e Mauro Trani e le capitane delle due squadre, Anna Vida e Elena Capolicchio rispettivamente, hanno rinnovato l’impegno per mantenere alto il rango delle loro squadre nel campionato in corso.
A fine serata, prima della consegna dei ricordi della serata ai numerosi ospiti, il Presidente Bacherotti ha rinnovato l’invito ai soci a segnalare le figure di sportivi di spicco cui conferire, nella conviviale di dicembre, i Premi Panathlon 2014.

Lunedì 13 ottobre 2014 - C.C. SATURNIA - conviviale n° 636

“Circolo Canottieri SATURNIA”
150 anni e non dimostrarli

Le foto  della serata


La conviviale è stata dedicata a un’occasione veramente speciale, in un luogo veramente speciale: i 150 anni di fondazione del Circolo Canottieri Saturnia nella storica sede di Viale Miramare.
La cornice della sala, arredata con stendardi storici del Saturnia, con mensole ricoperte di coppe e trofei portati a casa dagli atleti nel corso degli anni e con una bacheca contenente le coppe più importanti e significative (per non parlare dell’armo che domina la sala dal soffitto) ha reso la migliore testimonianza di quello che è il palmarés del Circolo.
Bruno Salotto, socio Panathlon, ex-atleta e storico dirigente e presidente del Saturnia dagli anni ’80 al 2006, ha tenuto un’approfondita e vivace relazione sulla storia passata, ricordando le origini austroungariche e il graduale passaggio a un tessuto sociale totalmente italiano fino la ricostruzione post-1945.
I lavori di ampliamento e manutenzione continuano anno dopo anno e la sede rappresenta non solo una struttura indispensabile per lo sport, ma un punto di aggregazione e socializzazione per gli ottocento soci su cui può oggi contare.
Il Presidente in carica, Gianni Verrone, si riserva la descrizione della contemporaneità del Circolo, fatta ancora e sempre di atleti che raggiungono risultati importanti sia a livello locale che nazionale e mondiale. Sotto la guida attenta del Direttore Tecnico Martina Orzan (atleta olimpica) e di tutto lo staff hanno saputo conquistare titoli e piazzamenti di rilievo nel 2014 in molte delle specialità, ma soprattutto nelle categorie più giovani, garantendo così il ricambio generazionale degli atleti.
A chiusura della conviviale, il Presidente Bacherotti ha ricordato che il giorno 15 ottobre avrà luogo a Lussinpiccolo l’iniziativa principale dell’anno panathletico: lo scoprimento della targa a ricordo del centenario della nascita dell’Amm. Agostino Straulino da parte della figlia Marzia.
A termine serata è seguito il tradizionale scambio di pubblicazioni e gagliardetti.

Martedì 9 settembre 2014 - Hotel GREIF MARIA THERESIA - conviviale n° 635

Mondiali di Pallavolo Femminili a Trieste
Un evento irripetibile per lo Sport ed il turismo della nostra città.

Le foto  della serata


Nella raffinata cornice dell’Hotel Greif Maria Theresia si è tenuta il 9 settembre la Conviviale dedicata ai Campionati Mondiali Femminili di Volley.
Trieste ospiterà dal 23 settembre al 5 ottobre un girone della prima fase ed un girone della seconda, con la presenza di squadre al top delle classifiche internazionali, tra cui il Brasile, in assoluto la migliore e quindi la più attesa.
Tutto il Gotha del volley regionale era presente, per portare le ultime novità sull’evento e descrivere quanto fatto sinora, sotto la guida del COL presieduto da Franco Rigutti e con il coinvolgimento di uno staff di prim’ordine.
Francesco Cipolla, Direttore amministrativo e finanziario del COL, Vice Presidente Vicario del Comitato Regionale del CONI, Past President del Panathlon Club Trieste ha presentato e promosso con la consueta verve la manifestazione. Una vita passata nel volley, la sua, prima come giocatore, poi come allenatore (un titolo italiano con l’O.M.A. nel suo palmares), infine da dirigente di caratura nazionale.
Paolo Pichierri e Roberto Micalli hanno fornito una serie di statistiche rilevanti, dalle quali emerge l’importanza della manifestazione e il richiamo anche turistico di cui beneficerà Trieste. Il sito e le pagine Facebook e Twitter hanno già segnato un record di visite e contatti che ha stupito anche gli altri COL (Roma, Bari, Milano, Modena e Verona). Entusiastica la risposta alla richiesta di volontari da impegnare nei diversi servizi di supporto, dall’accompagnamento dei team ai controlli.
Il Presidente del Comitato Regionale Volley Giorgio Tirel ha sottolineato lo storico rapporto di Trieste con il Volley femminile, auspicando un ritorno alla grande di Trieste sulla scena italiana, trainata proprio dal prossimo evento.
Al termine, applausi convinti dai partecipanti alla serata, tra i quali il dott. Claudio Colbasso, responsabile della sede Trieste-Ponterosso della Banca di Credito Cooperativo di Staranzano e Villesse, sponsor del Panathlon Club Trieste.

Martedì 10 giugno 2014 - Hotel GREIF MARIA THERESIA - conviviale n° 634

Noemi BATKI
Mula de Oro 2014

Le foto  della serata


Il Panathlon Club Trieste ha chiuso la stagione e celebra l'annata con la consegna del premio “La Mula de Oro” a Noemi Batki; nella serata scandita dal Presidente Sauro Bacherotti, gli ospiti d'onore sono due e, assieme alla tuffatrice, sempre più triestina, c'è Sergio Sorrentino, un vero “monumento” della vela italiana ma soprattutto un grande sportivo.
Commemorato Vittorio Busolini, recentemente scomparso, e accolto il nuovo socio Davide Stipcovich, sci e vela le sue passioni, è il momento di Noemi che, senza far ingelosire il fidanzato che l'accompagna, si fa quasi fatica a riconoscere senza il contorno di trampolini e piscine. Inutile snocciolare i suoi titoli; fa più impressione sapere che le ferie le può fare solo alla fine del quadriennio olimpico, che si allena mattina e pomeriggio sempre, che, in effetti, di tuffi ne fa meno di quanto si possa pensare perchè è più importante prepararli bene, che da lassù, anche l'acqua sembra restringersi, e, quando vola viaggia a settanta chilometri all'ora in giù, che girare il mondo è splendido e che ci sono ancora posti che le mancano; intanto è pronta per andare a Shangai.
Quanto ad aneddoti, Sergio Sorrentino ne ha per tutti; del suo passato di velista per 423 volte azzurro, tre olimpiadi alle spalle, titoli mondiali ed europei nemmeno discutere. E' bello sentirlo raccontare di quando faceva l'istruttore della Regina di Grecia o raccogliere ancora la sua stizza quando, a Napoli, fu messo in parte solo perchè era salito sulla barca del suo amico Costantino di Grecia; “Peggio per loro, perchè poi Costantino vinse”.
In chiusura l'intervento di Emilio Felluga che, nelle giornate dei cent'anni del Coni, ha voluto ricordare come i nostri territori dalla storia travagliata da due guerre, occupazioni, eventi sismici, hanno saputo essere presenti a tutte le Olimpiadi da Anversa 1920 a Londra 2012, conseguendo risultati e proponendo personaggi che hanno onorato lo sport nazionale, a rendere il Friuli Venezia Giulia una regione unica nel panorama olimpico nazionale.
Panathlon in vacanza e appuntamento a settembre per parlare dei mondiali di pallavolo femminile, dei 150 anni del Saturnia e del centenario dell'ammiraglio Agostino Straulino
(Guerrino Bernardis)

Mercoledì 14 maggio 2014 - ore 20,00- Hotel LIDO di Muggia - conviviale n° 633

" SPORT & CULTURA "

Tradizionale serata dedicata agli studenti Triestini e Muggesani meritevoli

“SERATA INTERCLUB CON IL ROTARY CLUB MUGGIA”

vai ai Premiati              foto   della Serata

Martedì 8 aprile 2014 - Hotel GREIF MARIA THERESIA - conviviale n° 632

Gli Sport di Squadra in Carrozzina
4 ECCELLENZE REGIONALI IN SERIE "A"

Le foto  della serata


C’è chi di sport ha necessità come i polmoni dell’aria per respirare. Tutti probabilmente ne abbiamo bisogno al giorno d’oggi: lavori sedentari, stress che si accumula nel nostro organismo e che soltanto la pratica, anche in forma spontanea e dilettantistica di qualche disciplina aiuta a smaltire, o perlomeno a tenere sotto controllo. Lo sport scarica nel nostro organismo endorfine che ci regalano il buonumore, fondamentale in una società che produce troppe sofferenze. Ci sono persone però che ne hanno bisogno più di altre e che non sono messe nelle condizioni di poter praticare una qualsiasi attività.
È questo il grido d’allarme lanciato nell’ultimo incontro del Panathlon triestino da Donatella Lovisato, del Comitato Italiano Paralimpico, e dai responsabili di quattro sport per disabili, quattro eccellenze regionali in serie A dello sport di squadra in carrozzina. Parliamo infatti di handicappati con differenti disabilità che affrontano l’esperienza dell’agonismo. I dirigenti di Hockey, Basket, Rugby e Curling sulle quattro ruote sono preoccupati principalmente per i troppi giovani che i genitori, per eccesso di attenzione, tengono relegati a casa davanti a TV e computer piuttosto che avviarli ad una sana attività sportiva, che per queste persone significherebbe relazioni, solidarietà e competizione per sentirsi vivi. Lamentano una scarsa attenzione dei media ai risultati raggiunti da queste squadre. Chiuse le paralimpiadi, momento di grande celebrazione, di questo mondo non se ne parla più e i successi di tanti giovani disabili restano relegati nell’entusiasmo di chi vi partecipa.
Toccante la testimonianza di Alessandro Giacomini, presidente Weelchair Hockey Madracs di Udine, che racconta di ragazzi distrofici o comunque affetti da malattie neuromuscolari la cui unica forza risiede in un dito, nella possibilità di spingere delicatamente un pulsante di una carrozzina completamente elettronica. In una squadra di Hockey per disabili su cinque giocatori ce ne possono essere soltanto due che portano una mazza molto leggera, gli altri azionano un dispositivo attraverso appunto un pulsante. Tecnologia dietro a queste esperienze, ma anche grandi fatiche se si pensi alle difficoltà dei trasferimenti di persone non autosufficienti con tutte le attrezzature. “Avevamo perso – racconta Giacomini – ma una nostra atleta ha ringraziato tutti perché per due giorni aveva dimenticato di vivere su una carrozzina”. Carlo Cattai racconta del Basket giocato da persone che hanno perso l’uso delle gambe perlopiù a causa di incidenti. Claudio Da Ponte ricorda che i giocatori di Rugby in carrozzina sono coraggiosi, non si risparmiano niente come nella disciplina per normodotati. Hanno lesioni spinali anche gravi compensate dall’attività fisica. Eros Scuz racconta della sua esperienza nel Curling, che i giocatori in carrozzina praticano senza l’ausilio delle scope e quindi con dosi di precisione nel tiro che per forza di cose devono essere più elevate.
Rossana Poletti

Martedì 11 marzo 2014 - Tennis Club Triestino - conviviale n° 631

I grandi Enti di Promozione Sportiva
IL CENTRO SPORTIVO EDUCAZIONALE NAZIONALE

Le foto  della serata


C’è stata una stagione nella storia della repubblica italiana in cui lo sport ebbe forte valenza sociale e politica, tant’è che molti partiti e associazioni sindacali, usciti dalla guerra, fondarono iniziative sportive in parallelo all’attività del CONI. Il Centro Sportivo Nazionale Libertas, ad esempio, ente autonomo di promozione e diffusione sportiva, culturale, turistica e ricreativa, di volontariato per il servizio civile, nacque nel 1945, per volere di Alcide De Gasperi nel quadro della ricostruzione morale e materiale del Paese, venne riconosciuto dal CONI nel 1976 e dal Ministero dell’Interno nel 1979 quale Ente Nazionale con carattere assistenziale. Analoga sorte per gli altri Enti quali, ne citiamo solo alcuni, l’Endas, l’US ACLI, il CSI e l’UISP.
Nel promuovere una serata d’incontro con Giuliano CLINORI, dirigente del CSEN, uno dei più forti Enti di Promozione attualmente attivi, non poteva il Panathlon club di Trieste non porre la questione sull’utilità di tale frammentazione associativa sul territorio in un momento di grave crisi, che vede le risorse tagliate a tutte quelle federazioni impegnate da sempre a formare i giovani, ma anche gli atleti per le competizioni importanti a livello nazionale ed internazionale, per tenere alto il nome dell’Italia nel contesto sportivo mondiale di campionati e olimpiadi.
Le domande di Guerrino Bernardis, famoso ed esperto giornalista sportivo presente alla serata, hanno messo a fuoco la questione che resta aperta, perché, come molti dirigenti ricordano, ciò che costa nello sport, non è praticarlo in forma di divertimento e benessere poco più che casalingo. Costano le competizioni, campi, spogliatoi e manutenzioni, materiali, allenamenti, abbigliamento congruo. È una questione non da poco, visto che ultimamente nelle competizioni che contano, l’Italia non ha fatto grandi progressi, anzi qualche medaglia è rimasta sul campo dei propositi e delle belle speranze.
Nel corso della serata il presidente del Panathlon Sauro Bacherotti ha consegnato una benemerenza a Claudio Ciani, classe 1930, arbitro benemerito nel settore della pesistica.
Rossana Poletti

Martedì 18 febbraio 2014 - Hotel GREIF MARIA THERESIA - conviviale n° 630

Aperte le celebrazioni per il grande Straulino

Le foto  della serata

Le foto  della Cerimonia a Lussino


Nel giorno che il nostro Club dedica la serata al grande Agostino Straulino, il quotidiano locale " IL PICCOLO " pubblica nella pagina Istria e Quarnaro, a firma di Mauro Manzin un bell' articolo sulle iniziative volte a ricordare il centenario della nascita del grande velista
cliccando quì potete vedere copia della pagina

mentre la giornalista Rossana Poletti, presente alla nostra conviviale, ne traccia una relazione sull'articolo apparso su " LA VOCE DEL POPOLO " che potete consultare cliccando quì

Martedì 28 gennaio 2014 - Hotel GREIF MARIA THERESIA - conviviale n° 629

Assemblea Ordinaria Elettiva


Le foto  dell' Assemblea

RELAZIONE ASSEMBLEA ORDINARIA ELETTIVA 2014

A seguire la conviviale, è iniziata l' Assemblea Ordinaria Elettiva. A presiederla viene chiamato il Governatore dell' Area 12, dott. Piero Pinto coadiuvato dal Presidente del Club di Udine Luigi Paulini in veste di segretario.
Dettagliate, esaurienti e puntuali le relazioni del Presidente, dell'economo tesoriere e del  responsabile del collegio dei revisori dei conti. Tutte le predette relazioni sono state accolte all'unanimità non prima di aver fornito, a diverse interrogazioni, i chiarimenti richiesti.
Si è passati poi alle votazioni per il rinnovo egli Organi Sociali, e ne diamo i risultati quì sotto.
A seguire si è ratificata la costituzione del nostro Club Junior, rappresentata in sala da Lorenzo Stocchi e Matias Poetto e su proposta del neoeletto Presidente, l'Assemblea votava compatta la nomina di Roberto Tandoi quale Presidente Onorario. Tandoi, nel passato ha ricoperto vari incarichi nel Club, consigliere, segretario, vicepresidente e poi presidente per divenire quindi il primo Governatore della allora neocostituita Area 12 - FVG.
Anche il bilancio preventivo è stato approvato all’unanimità,  cosi come la relazione programmatica del Presidente alla quale i presenti hanno dedicato la massima  attenzione.
Accolta favorevolmente la proposta del direttivo di non ritoccare, per l'anno in corso, ne il canone sociale, ne la quota di ammissione per i nuovi soci.
 E con l'augurio finale che il Consiglio Direttivo possa continuare ad operare  secondo i principi  panathletici che regolano la nostra attività, la serata si è conclusa con lo stesso clima sereno con il quale era iniziata."


ORGANI SOCIALI 2014 / 2015

PRESIDENTE - Sauro BACHEROTTI
CONSIGLIERI - Giorgio BREZICH, Fulvio BRONZI, Daniela CANDELARI, Fabio CORETTI, Attilio DAVIDE, Emilio FELLUGA, Tullio MAESTRO, Manola MINNITI, Nunzio MINNITI.
REVISORI - Fabio BOLCIC, Vittorio BUSOLINI, Fabio FURLANI
PROBIVIRI - Fabio COLOCCI, Donatella LOVISATO, Federico PASTOR




TORNA INDIETRO