Sito realizzato grazie al fondamentale sostegno e alla sponsorizzazione forniti dalla Samer&Co.Shipping alla quale va il ringraziamento del Club

Gli Olimpionici del passato e le promesse del futuro nella Ginnastica Triestina

Informazioni sull'evento:

Data: 23.06.2020

Luogo: Società Triestina della Vela

Ospiti: Società Ginnastica Triestina

Informazioni: Conviviale n. 691

Martedì 23 giugno 2020 alle ore 20. 00 presso la sede della Società Triestina della Vela, si è tenuta la Conviviale n.691 del Panathlon Club di Trieste.

E’ stata la prima Conviviale dopo il lockdown causato dal coronavirus che aveva causato, per forza maggiore, la sospensione di ogni attività dopo la Conviviale di febbraio.

Nella splendida cornice della sede della società nautica fondata nel 1923 e situata sul Pontile Istria 8 di Trieste, è stata passata in rassegna la storia dei più grandi atleti olimpionici della SGT e la loro partecipazione alle storiche edizioni dei giochi olimpici. Dalla fiorettista Irene Camber, medaglia d’oro olimpica ai giochi di Helsinki 1952, passando per la saltatrice Silia Martini, lo sciabolatore Gustavo Marzi campione italiano bianco azzurro tra il 1941 e il 1946, fino ad arrivare all’attuale punta di diamante del judo giuliano, quale la millennials Veronica Toniolo, già oro olimpico agli YOG di Buenos Aires 2018, nonché giovane promessa con la quale la SGT conta di poter ritornare a portare in alto il proprio nome alle Olimpiadi di Parigi 2024.

Relatori della serata sono stati nell’ordine il vice-presidente SGT, Andrea Jermol Groppi, lo storico e curatore del museo societario SGT, Zeno Saracino e il tecnico federale della sezione judo SGT e cofondatore e direttore tecnico dell’Accademia Akiyama di Settimo Torinese, Raffaele Toniolo.

Il vice-presidente della SGT Andrea Jermol Groppi ha portato il saluto del Presidente Massimo Varrecchia (assente per motivi familiari) e ha relazionato sulla situazione attuale della storica società triestina fondata nel 1863 e sui progetti per il prossimo futuro.

Zeno Saracino ha fatto un lungo e accurato excursus sulla storia della società dalla sua fondazione ai giorni nostri.

Raffaele Toniolo ha relazionato in particolare sull’attività della sezione Judo, sui risultati sportivi della figlia Veronica e sulle sue fondate ambizioni di successo ad altissimo livello in prospettiva nazionale, internazionale e olimpica.

Al termine della serata ci sono stati gli interventi del Socio del Panathlon Romano Isler e del Past President Andrea Ceccotti che ha voluto ricordare in particolare le figure dell’avvocato Sergio Trauner, Presidente SGT dal 2009 al 2011 e figura determinante nel salvataggio della società dal fallimento e quella di Luciano Michelazzi, curatore per decenni dello storico museo della SGT.

Museo al quale la società presieduta da Varrecchia ha voluto dedicare, quale “nuovo segno della rinascita societaria”, una nuova sezione dal novembre 2019. Con la precisa volontà di custodire storia e memoria di unpatrimonio cittadino.

Alla serata è stato invitato anche il Presidente della Società Ginnastica Triestina – Nautica, Alberto Rigo.

Nel corso della serata sono stati presentati i nuovi Soci del Panathlon Club di Trieste, Adriano Del Prete (rientro),
Nicola Cassio e Fulvio Gon.

Ultimi eventi

  • 05
  • Ago
  • 2020

Conviviale sull’automobilismo

  • 23
  • Giu
  • 2020

Gli Olimpionici del passato e le promesse del futuro nella G...

Articolo del Piccolo in occasione della elezione della "Mula de Oro"
  • 09
  • Mag
  • 2020

La triestina Gama è la “Mula de Oro” del Panath...

La donazione del Club per aiutare durante l'epidemia
  • 26
  • Mar
  • 2020

Meglio donare che cenare? In questo momento sì!

Facebook