Il ritorno della Pallacanestro Trieste in A1

Informazioni sull'evento:

Data: 16.10.2018

Luogo: NH Hotel Trieste

Ospiti: Mario Ghiacci, Sebastian Spada, Matteo Zanini

Informazioni: Conviviale n. 676

Martedì 9/10 si è svolta presso l’NH Hotel di Trieste la Conviviale con la Pallacanestro Trieste Alma 2004.

Il tema della serata è stato “SPORT e AZIENDA, UN CASO VINCENTE, IL RITORNO DI PALLACANESTRO TRIESTE IN SERIE A1”.

Nel corso della serata il Presidente del Panathlon Andrea Ceccotti ha ripercorso assieme ai Soci del Club e agli ospiti intervenuti la storia della Pallacanestro Trieste dai tempi dei pionieri del basket triestino e in particolare citando i 5 scudetti degli anni trenta conquistati dalla SGT e menzionando un grande dirigente del tempo Cesare Rubini che fece prima le fortune del basket triestino del tempo e poi per decenni quello dell’Olimpia Milano e in particolare delle scarpette rosse del Simmenthal.

E’ stato poi ricordato come nel 1975 l’allora Pallacanestro Trieste ereditò i diritti della SGT e la squadra composta da 9 dilettanti tutti di Trieste e con un’età media di 20 anni e da un americano professionista, Butch Taylor, vinse lo storico spareggio al Pala Azzarita di Bologna contro la Pintinox Brescia di Charlie Yelverton e Angelo Baiguera. Accorsero da Trieste quasi 2000 tifosi che alla fine in lacrime intonarono “Viva la e po Bon”.

Si è parlato poi di Hurlingham e quindi di “Dado” Lombardi, Rich Laurel e Alberto Tonut. E’ stata poi la volta dell’era Stefanel di “Bepi”, Bogdan Tanjevic e Matteo Boniciolli. I campioni di allora furono prima Dean Bodiroga, Gregor Fucka, Alessandro De Pol, Davide Cantarello e Claudio Pilutti. Arrivarono poi Dino Meneghin e Ferdinando Gentile ma poi Stefanel portò squadra e coach a Milano per vincere lo scudetto nel 1995/96.

Si è parlato ancora dell’era Pancotto e dei primi anni da dirigente di Mario Ghiacci fino al fallimento del 2004 e il periodo buio della nuova Pallacanestro Trieste 2004, della B2 e del rischio della retrocessione in serie C.

Per venire infine a trattare della rifondazione con il plenipotenziario Matteo Boniciolli nel 2008-9 , l’ingaggio di Eugenio Dalmasson nel 2010-11 e infine della promozione in Lega 2 nel 2012 e della promozione in serie A1 del 2018.

Assieme a Mario Ghiacci General Manager, a Sebastian Spada Direttore Marketing e Comunicazione e Matteo Zanini Addetto Stampa, si è parlato dei giovani di scuola triestina che hanno fatto grande la Pallacanestro a Trieste e di Trieste in Italia e nel mondo (ATTRUIA. LOKAR, POZZECCO, CAVALIERO, PECILE, DE POL, RUZZIER, STEFANO TONUT). MARIO GHIACCI ha ripercorso l’ultimo suo periodo a Trieste dalla Presidenza del 2011 al suo ritorno al ruolo di Dirigente e parlando anche dell’apporto fondamentale di Alma e dell’Amministratore Delegato Gianluca Mauro prima e di Luigi Scavone oggi.

Spada ha parlato di marketing e Zanini di Alma nel sociale e di comunicazione in generale del Club.

 

Ultimi eventi

  • 12
  • Mar
  • 2019

Conviviale sulla pallamano

  • 12
  • Feb
  • 2019

Conviviale sul canottaggio

  • 11
  • Dic
  • 2018

Conviviale di fine anno

  • 13
  • Nov
  • 2018

Conviaviale sulla Barcolana

Facebook